Kway

Esistono successi commerciali dalle proporzioni tanto dirompenti da far sì che il nome di un prodotto, riesca a divenire sinonimo dell’intera categoria di cui esso fa parte. È così che K-Way significa, oggi, per molte persone, semplicemente “spolverino”, quasi non si trattasse affatto del nome dello stesso brand che, negli ultimi anni, ha dato vita a svariate serie di nuovi modelli adatti a tutte le stagioni, ricchi di personalità e coerenti con lo stile che ha reso la piccola cerata ripiegabile uno dei simboli degli anni ’80 e ’90. Pantaloni sportivi e felpe sono gli abbinamenti ideali per questo tipo di indumenti poichè sanno dare il loro meglio, tuttavia, sopra ad una camicia e ad un paio di chino, sono perfetti nelle versioni piè leggere, per una cena estiva in una città di mare. Ecco, dunque, il marchio nato a Parigi, nel 1965, mettere a disposizione dei propri clienti una serie di capi caratterizzati da linee molto essenziali, tipicamente abbinate a colorazioni monocromatiche. Inconfondibile, al centro della maggior parte dei modelli, poi, la cerniera gialla, arancio e blu, simbolo, unitamente al logo sul lato sinistro del petto, del marchio oggi parte del gruppo Superga.

X